Pantelleria invita Lipari alla protesta di Roma

Riceviamo da Saverio Merlino e pubblichiamo: Oggi sono stato contattato dagli amici di Pantelleria Massimo Boní, Ketty D'Ancona, Nicola Ferrarie e Anna Silvia, i quali, con tante altre realtà sociali di quell’isola, stanno combattendo la stessa nostra battaglia in difesa del Centro Nascite e del mantenimento dell’Ospedale. Questi amici hanno lanciato una proposta circa l’opportunità di organizzare una manifestazione sotto i "Palazzi " di Roma per denunciare, appunto, la chiusura del Punto Nascite a Pantelleria e, in generale, i vari problemi che attentano quotidianamente al diritto alla salute degli abitanti delle isole minori, ivi compresi quindi i bambini, gli anziani e i malati che hanno bisogno di cure oncologiche. Sabato 19 gennaio hanno già ottenuto dalla Questura di Roma l'autorizzazione per una manifestazione davanti al Ministero della Salute per LUNEDI 18 FEBBRAIO alle ore 11.00. Gli amici di Pantelleria mi hanno rivolto l’invito a partecipare con loro alla manifestazione e a estendere tale invito a tutti gli eoliani. Senza esitare ho risposto positivamente accettando l’invito e dichiarandomi disponibile, assicurandoli, altresì, che avrei fatto in modo di informare i miei concittadini per sensibilizzarli e per coinvolgerli nell’importante iniziativa in difesa di giusti diritti e in modo particolare di quelli per difendere e garantire il diritto alla salute di tutta la popolazione delle piccole isole e, in particolar modo delle donne, dei bambini, degli anziani e degli ammalati cronici e oncologici. Questa iniziativa che dovrebbe portarci a Roma ha anche lo scopo di essere ricevuti, sempre quella mattina del 18 febbraio, dai rappresentanti delle Istituzioni Nazionali. Anche se siamo sotto elezioni e se il Governo dimissionario non è al massimo, siamo convinti che sia arrivato il momento di farsi sentire per fare in modo che i prossimi politici che ci rappresenteranno abbiano nelle loro "agende" l’obbligo di garantire il diritto alla salute a tutta la popolazione delle piccole isole. Ci rendiamo conto che Lipari e Pantelleria sono lontane e non è facile, soprattutto in inverno, arrivare a Roma e soprattutto costoso, ma confidiamo nella presenza di quanti hanno veramente a cuore questo problema e che lo vogliono dimostrare non solo con le parole. Obiettivo primario é quello di portare in piazza il maggior numero possibile di eoliani e panteschi che risiedono a Roma e dintorni, gli studenti eoliani e panteschi che studiano a Roma, i turisti, gli eoliani e i panteschi d'adozione della zona che amano le Eolie e Pantelleria e i nostri concittadini più illustri. Se realmente le sorti dell’Ospedale di Lipari e della “salute” degli eoliani stanno a cuore a tutti noi a questo punto bisogna che ci mobilitiamo per organizzare, insieme agli amici dell’isola di Pantelleria, questa manifestazione di protesta civile e democratica. Troviamo il modo come sentirci, incontriamoci (un ruolo importante possono svolgerlo le Associazioni presenti sul territorio eoliano) e prepariamoci per unirci alla protesta degli amici di Pantelleria. Saverio Merlino

a cura di Peppe Paino

Data notizia: 22/01/2013

Condividi questo articolo

 


Potrebbero interessarti...



Vetrina immobiliare

Casa al tramonto Lipari
Vendesi secondo piano Sottomonastero Lipari Vendesi secondo piano Sottomonastero Lipari
290.000
Casa eoliana San Leonardo Lipari Casa eoliana San Leonardo Lipari
170.000
Permuta cascina Poppi provincia di Arezzo Permuta cascina Poppi provincia di Arezzo
550.000
Villetta Tipica S. Margherita Lipari Villetta Tipica S. Margherita Lipari
165.000

Notizie e interviste dalla Capitale

dalla nostra Daniela Bruzzone

Le ricette

Mezze maniche con zucchine golose by Anita Scimone

Dalle nostre ricette ingredienti per 4 persone... scoprile!

Eolie Islands

Instagram #liparibiz