Don Benedetto: basta sprechi nelle feste patronali

Don Benedetto: basta sprechi nelle feste patronali Continua Le beatitudini vanno rispolverate, rilette, vissute. - ("Beati i poveri in spirito") Beata la comunità evangelica che si fa povera per lo Spirito, ("perché di essi è il regno dei cieli") perché grazie al suo stile di vita sobrio e alla cura che ha per il benessere degli altri, nella società scompaiono i bisognosi e tutti sperimentano l'amorevole premura di Dio Padre. - ("Beati gli afflitti") Beati gli oppressi dalla violenza strutturale, schiacciati dall'ingiustizia sociale, economica, politica e religiosa, ("perché saranno saziati") perché - ad opera della comunità evangelica dei poveri per lo spirito - vedranno eliminata alla radice la causa della loro sofferenza. - ("Beati i miti") Beati i deboli che sono stati espropriati di tutto, ("perché erediteranno la terra") perché la comunità evangelica restituirà loro piena dignità umana. - ("Beati quelli che hanno fame e sete della giustizia") Beati quelli che considerano questione vitale la restituzione della dignità all'uomo e la liberazione dall'oppressione, ("perché saranno saziati"). - ("Beati i misericordiosi") Beati quelli che operano abitualmente ed attivamente per aiutare gli altri, ("perché troveranno misericordia") perché troveranno aiuto da Dio e dalla comunità. - ("Beati i puri di cuore") Beati coloro che hanno la coscienza limpida, che sono trasparenti con gli altri, ("perché vedranno Dio") perché faranno quotidianamente una profonda esperienza di Dio come Padre premuroso. - ("Beati gli operatori di pace") Beati i pacificatori che lavorano per costruire e difendere la piena libertà e la felicità degli uomini, ("perché saranno chiamati figli di Dio") perché sono collaboratori di Dio alla sua opera creatrice. -("Beati i perseguitati per causa della giustizia") Beati quelli che sono fedeli alla comunità dinamica animata dallo Spirito delle beatitudini e per questo motivo vanno incontro alla persecuzione, in nome di Dio, delle rigide istituzioni religiose refrattarie all'azione dello Spirito, ("perché di essi è il regno dei cieli") perché Dio è dalla loro parte. Con mons. Tonino Bello rivolgiamo ad ognuno un appello ad intervenire nelle proprie realtà cittadine e comunità cristiane per riformare i contenuti della festa, perché si possa eliminare "lo spreco delle feste che si fanno in nome dei santi o col pretesto di onorare il santo. Vi prego siamo più uomini e donne di fede. Il resto ci viene dato da Dio. La mia non vuole essere una polemica ma una riflessione... Don Benedetto

a cura di Peppe Paino

Data notizia: 22/01/2013

Condividi questo articolo

 


Potrebbero interessarti...



Vetrina immobiliare

Vendesi villa Cappero Lipari
Vendesi casa via Marina Garibaldi Canneto Lipari Vendesi casa via Marina Garibaldi Canneto Lipari
820.000
Rudere vista mare Lami Lipari Rudere vista mare Lami Lipari
100.000
Vendesi casa Porticello Lipari Vendesi casa Porticello Lipari
500.000
Casa vista mare Quattropani Lipari Casa vista mare Quattropani Lipari
390.000

Notizie e interviste dalla Capitale

dalla nostra Daniela Bruzzone

Le ricette

Stroncatura secca

Dalle nostre ricette ingredienti per 4 persone... scoprile!

Eolie Islands

Instagram #liparibiz