Sicilia, l'Ue rivuole i fondi indietro

(AGI) - Palermo, 11 lug. - Un 'Luna park' nel quale entrare senza biglietto. A pagare erano 'mamma Regione' e l'Unione europea. Assunzioni, consulenze, affidamenti diretti, 'rimodulazioni' dei decreti di finanziamento, ovvero esborsi aggiuntivi. Il tutto in assenza di controlli. C'e' questo e di piu' dietro il provvedimento di sequestro conservativo da oltre 15 milioni di euro disposto nei giorni scorsi dalla procura della Corte dei conti per la Sicilia, a carico di una dozzina di persone incaricate della realizzazione e verifica del progetto Co.or.ap, gestito dal Ciapi, il mega ente di formazione professionale. Il 19 luglio e' prevista l'udienza che si pronuncera' sul sequestro. Entro settembre l'ordinanza che, se confermera' nel merito le accuse, fara' scattare il pignoramento dei beni. Intanto, spiegano dagli uffici di via Cordova, l'Europa ha chiesto indietro quelle somme. La Regione in via cautelare ha gia' imposto al Ciapi la restituzione dei fondi trasferiti, ma, fanno notare i giudici contabili, e' in liquidazione e per di piu' si tratta di un ente strumentale dell'amministrazione: insomma, sarebbe solo una partita di giro. L'obiettivo della procura, piuttosto, e' assicurare, attraverso il sequestro definitivo di un gran numero di immobili e conti correnti, una compensazione il piu' possibile equivalente al danno erariale che si considera acclarato. Danno che si ritiene sia reso evidente sin dagli esiti del progetto le cui finalita' erano l'avviamento all'apprendistato e all'inserimento lavorativo dei giovani. Una platea potenziale di centinaia di giovani, ma solo 18 hanno stretto rapporti di apprendistato e nessuno di questi e' stato assunto. Un fallimento. Il provvedimento di sequestro richiesto dal vice procuratore generale della Corte dei Conti per la Sicilia Giuseppe Aloisio, e' del 4 giugno e fa riferimento all'istruttoria avviata nei primi mesi del 2012, prima dunque che esplodesse il caso del 'Sistema Giacchetto', dal nome dell'imprenditore finito in cella il 12 giugno insieme a funzionari ed ex assessori della Regione, con l'accusa di avere organizzato un vero e proprio sistema di assegnazione degli appalti nel campo della comunicazione legata ai Grandi eventi e alla formazione. Ora l'inchiesta della Corte dei conti descrive il caso di 'fallimento pilotato', in un contesto in cui molti hanno finto di non vedere. A partire dal Comitato tecnico scientifico, che aveva il compito di valutare le esigenze di sviluppo del progetto e di configurazione del budget, segnalando dunque le eventuali anomalie. Il Cts era presieduto dall'ex numero uno del Ciapi, Francesco Riggio, ancora agli arresti, definito il 'dominus' di questo meccanismo, su cui pende una richiesta di sequestro da 5 milioni di euro. Un milione e mezzo di euro e' il conto presentato all'ex direttore dell'Agenzia per l'impiego Lo Nigro, indicato come l'altro personaggio di peso della vicenda, cosi' come il direttore del progetto Calogero Bongiorno e l'ex assessore al Lavoro Luigi Gentile. E' un fatto che, a fronte del vuoto di assunzioni di giovani, erano state 'sistemate' 278 persone negli sportelli legati al progetto, spiegano i magistrati contabili; "oltre a consulenti e ed esperti la cui designazione era ingiustificata". Spropositati e abnormi sono definiti i contratti pubblicitari, forniture, peraltro, attribuite in assenza di gare che pure erano dovute, e spesso agli stessi soggetti. Sono quattro i decreti, solo tra il 2007 e il 2008, che aggiustano verso l'alto i finanziamenti al progetto. Alcuni affidamenti sono stati decisi persino a progetto concluso. "E questo perche' - accusano i magistrati - non c'e' stato controllo e molti hanno chiuso gli occhi davanti a pratiche ormai diffuse". (AGI) .

a cura di Peppe Paino

Data notizia: 11/07/2013

Condividi questo articolo

 


Potrebbe interessarti anche...



Vetrina immobiliare

Vendesi rudere con terreno Monte Rosa Lipari
Vendesi appartamento corso Lipari Vendesi appartamento corso Lipari
215,000
Vendesi rudere panoramico Quattropani Lipari Vendesi rudere panoramico Quattropani Lipari
80,000
Palazzetto piazza San Bartolo Lipari Palazzetto piazza San Bartolo Lipari
430,000
Vendesi Palazzina Sottomonastero Lipari Vendesi Palazzina Sottomonastero Lipari
Trat. riserv.

Notizie e interviste dalla Capitale

dalla nostra Daniela Bruzzone

Le ricette

Frittelle di Fiori di Zucca by Anita Scimone

Dalle nostre ricette ingredienti per 4 persone... scoprile!

Eolie Islands

Instagram #liparibiz