“Il giardino degli intoccabili”: intervista a Franco Arabia sul suo romanzo storico 2°Parte

“Il giardino degli intoccabili”: intervista a Franco Arabia sul suo romanzo storico	2°Parte

Con un’esperienza nel management turistico, a lei chiediamo quanto possa essere importante impiegare risorse sulla diffusione della cultura d’azienda nelle nostre terre?

«Discorso lungo, complesso e complicato. Sarebbe veramente importante avviare altri processi formativi, di orientamento, ci sono scogli che si sono formati nel tempo e, purtroppo, i corsi di modificazione dei sistemi sono lunghi, non è facile».

Ci racconti un aneddoto legato al suo lavoro…

«In cinquanta anni di lavoro c’è molto, non saprei scegliere un aneddoto efficace, ho avuto modo di conoscere un’umanità variegata, eterogenea e, quindi, qualsiasi cosa sarebbe riduttiva se la raccontassi. Nel mio libro Il Giardino degli Intoccabili ne troverà molti».

Ecco… “Il Giardino degli Intoccabili”, un affresco del potere in Sicilia: da autore di manuali tecnici alla narrazione, qual è stato il passaggio?

«Io ho sempre scritto; sin da piccolo ho iniziato a fare il cronista nelle redazioni locali di alcuni quotidiani, ho fondato una rivista di cui sono stato direttore responsabile e,in atto, direttore editoriale. La scrittura è stata la mia vera passione: è sempre contato per me da una parte il piacere di scrivere e, dall’altra, raccontare agli altri».

Cosa c’è delle isole nel suo romanzo d’esordio?

«Il nome del personaggio finale, Giovanni Saltalamacchia: la sua è una vicenda kafkiana, un chiaro esempio della pericolosità e delle storture di un sistema da sempre intoccabile ».

Qual è la Palermo che lei rappresenta?

«Percorro almeno centocinquanta anni di vita palermitana e ho cercato di cogliere aspetti salienti, non solo , ma ho cercato di far capire la differenza tra mafia e cultura mafiosa e come alcuni classi dominanti siano state determinanti nel generarla. Alcuni passaggi riguardano il cosiddetto Risorgimento, qualche brutta azione dei garibaldini, e tant’altro».

Ci colpisce la sua descrizione sulla condizione femminile del dopoguerra, quanto è stato difficile per le donne, quelle del Sud in particolare, lottare per sopravvivere?

«È una parte che ho dedicato volutamente alla condizione femminile, per il grande debito di amore verso mia madre e, più in generale, per il doveroso riconoscimento verso le donne di quel tempo, sottoposte a immani sofferenze».



Data notizia: 05/07/2016

Tags

il giardino degli intoccabili - lombardi editore - franco arabia -



Condividi questo articolo

 


Potrebbero interessarti...



Vetrina immobiliare

Appartamento panoramico Zinzolo Lipari
Vendesi fabbricato Acquacalda Lipari Vendesi fabbricato Acquacalda Lipari
250.000
Vendesi villa Quattrocchi Lipari Vendesi villa Quattrocchi Lipari
270.000
Appartamento panoramico Zinzolo Lipari Appartamento panoramico Zinzolo Lipari
265.000
Vendesi villa antica Lipari Vendesi villa antica Lipari
490.000

Notizie e interviste dalla Capitale

dalla nostra Daniela Bruzzone

Le ricette

Scorfano in Guazzètto (al forno) by Marco Miuccio

Dalle nostre ricette ingredienti per 4 persone... scoprile!

Eolie Islands

Instagram #liparibiz