Le iniziative per la portualità (1)

Le iniziative per la portualità (1) Comunicato LE INIZIATIVE DEL COMUNE NEL PORTO DI LIPARI Ho letto che ci sono varie iniziative in atto per cercare di riqualificare il porto di Lipari oltre al progetto della Lipari Porto spa che mi sembra di capire sia in via di revisione. Potrebbe chiarirmi di che iniziative si tratta? E’ vero, sono in corso ben tre iniziative per rendere più funzionale, operativo ed accogliente il porto di Lipari ed in genere tutta la rada che va da Pignataro a Marina Corta. 1. Vi è un progetto del Comune volto alla sistemazione e riqualificazione della stazione aliscafi e area limitrofa per un TERMINAL PORTUALE SOTTOMONASTERO. 2. Vi è una variante al progetto della messa in sicurezza della portualità delle Eolie che consiste nel prolungare di circa 120 metri l’attuale molo di attracco degli aliscafi utilizzando cinque cassoni avanzati dai lavori precedenti. 3. Vi è infine una riconsiderazione del progetto della Lipari Porto spa a cominciare dal parere negativo espresso dalla attuale Amministrazione sulla cementificazione di Marina lunga. Ma andiamo per ordine. Il progetto del Comune sulla sistemazione e riqualificazione stazione aliscafi per creare un TERMINAL PORTUALE SOTTOMONASTERO. 1. L’intervento progettuale mira a razionalizzare i servizi e la gestione dell’area di Sottomonastero quale contesto portuale, anche in ragione delle necessità di ottimizzazione dei servizi di accoglienza e biglietteria, imbarco e sbarco mezzi e passeggeri definendo quindi il sistema TERMINAL PORTUALE SOTTOMONASTERO, delle esigenze della marineria, dei servizi a traffico passeggeri privati, e della sicurezza interna della infrastruttura portuale stessa. Nelle linee generali il progetto prevede : 1. la razionalizzazione delle strutture prefabbricate quale sala di attesa e biglietteria, mediate lo spostamento della stessa sala di attesa, affiancandola alla biglietteria e creando quindi un corpo servizi accoglienza e biglietteria con sala deposito, che ospiterà inoltre dei presidi della Polizia Municipale e della Guardia Costiera, atti al controllo permanente e puntuale del nodo di imbarco e sbarco. 2. Viste le attuali esigenze della marineria per la vendita del pescato fresco, si intende realizzare un piccolo mercato ittico, con nuova struttura in cemento armato e finiture tipiche dell’architettura eoliana, nell’area dove precedentemente era collocata la sala di attesa, con sistemazione della stessa area esterna e definizione di un’area per alaggio e varo delle imbarcazione con definizione degli spazi di manovra per accesso ed uscita sulla via F. Crispi. 3. La copertura del pontile in metallo a giorno, destinato all’ormeggio degli aliscafi, con struttura in acciaio dal semplice disegno architettonico, che richiama il verso di due onde marine che lo attraversano, e conseguente ottimizzazione degli impianti elettrico, illuminazione , audio diffusione e telecontrollo. 4. Definizione del sistema di imbarco Navi con razionalizzazione e controllo delle corsie dedicate di imbarco , delle aree di sosta per i mezzi di servizio e transer Hotel, riordino degli elementi prefabbricati destinati a biglietteria, servizio ormeggio e portuale, e pilota. Si prevede inoltre, la realizzazione di zone d’ombra per l’attesa degli imbarchi, sia nei pressi delle corsie di attesa per le vetture che fonti stante il punto di stazione Nave per i passeggeri. Si definisce inoltre un punto attracco per in natanti a noleggio con conducente in corrispondenza del punto di allocazione dei casottini prefabbricati dei promoter turistici. 5. Definizione del nodo stradale tra la Via Vittorio Emanuele, la via Francesco Crispi e la via Cappuccini. Tale definizione rende necessario lo spostamento dell’attuale distributore di carburante, la bonifica del sistema di cisterne e il ripristino del manto stradale, con attuazione di un sistema a rotonda per il deflusso continuo del traffico veicolare proveniente dalle vie principali, soprattutto nei moneti di afflusso maggiore all’are portuale durante le fasi di imbarco e sbarco. L’intervento progettuale, anche per comodità di lettura, è stato rappresentato in cinque aree distinte, identificate nell’elaborato progettuale di inquadramento territoriale “ Aree di intervento” con coloritura e perimetratura distinta , atta a definire e chiarire al lettore dello stesso, la parte d’opera nel dettaglio come descritta ed approfondita nella presente relazione. Le aree di progetto identificate sono così distinte : AREA 1 : Sistemazione zona biglietterie ed attesa con ottimizzazione settore imbarco e sbarco AREA 2 : Realizzazione mercato ittico e zona di alaggio e varo AREA 3 : Realizzazione sistema viario interno e servizi area imbarco e sbarco Navi AREA 4 : Riorganizzazione viaria nodo stradale via V. Emanuele - Via F. Crispi - Via Cappuccini AREA 5 : Copertura pontile aliscafi e collegamento area servizi portuali segue

a cura di Peppe Paino

Data notizia: 16/05/2013

Condividi questo articolo

 


Potrebbero interessarti...



Vetrina immobiliare

Vendesi fabbricato vista mare Acquacalda Lipari
Vendesi attico Lipari Vendesi attico Lipari
280.000
Casa Quattrocchi Pianoconte Lipari Casa Quattrocchi Pianoconte Lipari
320.000
Vendesi villa annunziata Lipari Vendesi villa annunziata Lipari
730.000
Vendesi fabbricato Acquacalda Lipari Vendesi fabbricato Acquacalda Lipari
250.000

Notizie e interviste dalla Capitale

dalla nostra Daniela Bruzzone

Le ricette

Ciàule Cà Cipuddàta By Vera Puglisi

Dalle nostre ricette ingredienti per 4 persone... scoprile!

Eolie Islands

Instagram #liparibiz