SalinaDocFest, stasera Bennato

SalinaDocFest, stasera Bennato Michele Merenda SALINA – L’edizione speciale del SalinaDocFest 2012, “Esercizi di Resistenza”, è entrata nel vivo. Nel pomeriggio di ieri, infatti, nel Centro congressi all’interno della Struttura polifunzionale del comune di Malfa è cominciato il concorso del cinema documentario che quest’anno è stato denominato “Quale Futuro?”. Le prime tre di otto proiezioni complessive. «Otto film – dichiara il direttore Giovanna Taviani – che apparentemente raccontano il tempo che si è fermato, ma che tra le righe narrano una volontà di resistenza, la necessità di un altro futuro, diverso da quello che era il passato e diverso da quello che avevamo immaginato, al di là di quello che si è o che si è fatto, al di là di come o di dove si vive, al di là di quello che gli altri ci chiedono di essere. Otto film che vogliono capire cosa ci sta capitando. Nella società dell’immagine e dell’immaginario appiattito, il concorso del Salinadocfest racconta l’urlo dell’individuo, lo sbigottimento rispetto al tempo che corre più veloce di noi, che ci chiede di non invecchiare e che ci rende continuamente ed improvvisamente vecchi ed inutili». Il concorso è stato preceduto da “Boatman” di Gianfranco Rosi (per l’appuntamento “Incontro con gli autori”), film di esordio di uno dei più interessanti e premiati documentaristi italiani, e di “Cadenas” di Francesca Balbo, il primo appuntamento della sezione “LeDonneRaccontano”. In serata è stato proposto uno dei più importanti successi dell’ultima Mostra del Cinema di Venezia: “La nave dolce” di Daniele Vicari. Intanto, l’edizione si è aperta giorno 20 nella piazza di S. Marina Salina con la sezione “LeCarceriRaccontano”, in cui è stato proiettato il suggestivo e pluripremiato “Cesare deve morire” di Paolo e Vittorio Taviani (quest’ultimo padre di Giovanna, che proprio giovedì scorso compiva gli anni), girato con i componenti della Compagnia teatrale di Rebibbia. Era presente Salvatore Striano, ex detenuto ed oggi attore, che nel film impersonava Bruto. «Gli attori impegnati – ha ricordato Striano – erano 20, ma i detenuti ben 150. Si può ben capire la difficoltà di girare le scene nel massimo silenzio. Dopo una settimana tutto si era annullato, anche i ruoli all’interno del carcere, eravamo diventati una grande famiglia. Oggi, grazie ai fratelli Taviani, sono letteralmente “traumatizzato di gioia”. Il cinema ed il teatro – ha detto visibilmente commosso l’attore – mi hanno fatto ritrovare me stesso. Creare un film è come fare l’amore ed i festival sono i figli che nascono. Uccidere un festival, equivale ad uccidere un figlio». Striato ha poi letto un messaggio dei due registi, impossibilitati a raggiungere Salina per impegni professionali. Nella medesima sezione è stato proiettato “Il Gemello” di Vincenzo Marra e l’anteprima-estratto di “Largo Baracche”, nuovo documentario di Gaetano di Vaio (entrambi i registi presenti alla serata). Sono intervenuti, tra gli altri, il sindaco di S. Marina Massimo Lo Schiavo, l’assessore alla cultura di Malfa Clara Rametta e l’assessore alle pari opportunità di San Miniato (paese natio dei Taviani) Giuditta Giunti. Si ricorda che al termine di ogni proiezione, come è ormai consuetudine di un festival che ha come principale vocazione la diffusione popolare del genere documentario, il pubblico potrà incontrare gli autori e discutere con loro le suggestioni dell’opera. E questa sera, a S. Marina Salina, da non perdere il concerto di Edoardo Bennato preceduto dalla presentazione in anteprima assoluta di “La librai di Marrakech” della scrittrice marocchina Jamila Hassoune. (nelle foto: Giovanna Taviani e Salvatore Striato, Salvatore Striato che legge la lettera dei fratelli Taviani)

a cura di Peppe Paino

Data notizia: 9/22/2012

Condividi questo articolo

 


Potrebbero interessarti...



Vetrina immobiliare

Vendesi fabbricato vista mare Acquacalda Lipari
Fabbricato panoramico Lipari Fabbricato panoramico Lipari
120.000
Casetta eoliana vista mare Canneto Casetta eoliana vista mare Canneto
160.000
Appartamenti Quattropani Lipari Appartamenti Quattropani Lipari
150.000
Affaccio sul mare Lipari Affaccio sul mare Lipari
380.000

Notizie e interviste dalla Capitale

dalla nostra Daniela Bruzzone

Le ricette

Pesce spada alla siciliana

Dalle nostre ricette ingredienti per 4 persone... scoprile!

Eolie Islands

Instagram #vulcanoconsult