La prima Via Crucis di Malfa

La prima Via Crucis di Malfa Michele Merenda SALINA – Non è una novità per Salina e per le Eolie in generale, ma lo è per il comune di Malfa: durante il venerdì santo, infatti, dei volontari hanno organizzato la prima Via Crucis del paese. Un avvenimento partito in sordina, ma che poi, in un modo o nell’altro, ha finito per coinvolgere buona parte degli abitanti. Evento inedito che è nato per caso, da una discussione in cui si sentiva già la mancanza dell’operosità che aveva unito i ragazzi per il carnevale da poco terminato. Ed ecco la voglia di riunirsi nuovamente. «L’idea – ha spiegato la catechista Roberta Siragusano – è venuta alla sig.ra Anna Marchetta, che tra le altre cose ha creato buona parte dei vestiti. Ne ho parlato con le mie amiche e colleghe di catechesi, ottenendo da loro il pieno appoggio per l’organizzazione. All’inizio non riuscivamo a trovare nessun volontario ed eravamo scoraggiate, ma poi, quando il tempo a disposizione stava terminando, incredibilmente si andavano presentando sempre più persone disponibili a partecipare. Alla fine, a questa prima Via Crucis hanno partecipato circa 40 comparse. Ci tengo a ringraziare tutti i partecipanti e tutti quelli che ci hanno aiutato – ha aggiunto l’organizzatrice – e colgo l’occasione per ringraziare anche la comunità marocchina, che ha cucinato il pane arabo per la scena de “L’ultima cena” e ci ha anche prestato degli indumenti, oltre al comune di S. Marina Salina che ci ha a sua volta prestato le armature dei centurioni». La Via Crucis di Malfa è partita molto lentamente, con curiosi che pian piano si andavano radunando per assistere alle scene, fino a poi coinvolgere sempre più gente che ha seguito lungo le strade principali la sentita rappresentazione. Davvero tanti i giovani coinvolti, i quali hanno dato un forte segnale di risveglio al proprio paese. E così, dopo le esperienze teatrali, quelle natalizie e quelle del carnevale, la comunità di uno dei comuni salinesi mostra di essere sulla buona strada per tornare a vivere quella lunga parte dell’anno che la separa dalla stagione turistica.

a cura di Peppe Paino

Data notizia: 3/30/2013

Condividi questo articolo

 


Potrebbero interessarti...



Vetrina immobiliare

Rustico Vitusa Quattropani Lipari
Casa tipica e rudere con terreno Casa tipica e rudere con terreno
199.000
Villetta Tipica S. Margherita Lipari Villetta Tipica S. Margherita Lipari
155.000
Villa Urbana Lipari Villa Urbana Lipari
1.450.000
Appartamenti Quattropani Lipari Appartamenti Quattropani Lipari
150.000

Notizie e interviste dalla Capitale

dalla nostra Daniela Bruzzone

Le ricette

Agghiotta di pesce spada

Dalle nostre ricette ingredienti per 4 persone... scoprile!

Eolie Islands

Instagram #vulcanoconsult