Battersi per un servizio efficiente e conveniente

Battersi per un servizio efficiente e conveniente Lipari- Il nuovo dissalatore chiamato a risolvere i problemi di approvvigionamento idrico dell’isola desta non poche preoccupazioni . Seppur con due soli moduli di produzione si ferma spesso e, paradossalmente, è stato anche collaudato. Ma con lo Stato che, rispetto all’anno scorso, ha tagliato una dotazione di 20 mila tonnellate d’acqua da trasportare per il 2013 con le navi cisterna, bisogna stare attenti. Le integrazioni con le navi per coprire le disfunzioni dell’impianto, con agosto alle porte, non possono sostenere una situazione del genere. Il Consiglio comunale riunitosi oggi sulla questione ha deliberato, come anticipato nella nostra sintesi dei lavori , di richiedere alla Regione, proprietaria dell’impianto, per conoscerlo nei dettagli, l’attuale contratto di gestione e di richiedere alla stessa Regione la presenza del personale 24 ore su 24 per una maggiore funzionalità dell’impianto stesso. Ed ancora, è stata impegnata l’Amministrazione a potenziare l’ufficio idrico e fognario per un maggiore controllo di tutta l’attività di sua competenza; ad approntare, altresì, attraverso l’ufficio idrico una relazione sullo stato dell’acquedotto con particolare attenzione allo stato delle reti di adduzione principale e di manutenzione e funzionamento di tutti i serbatoi esistenti, compresi quelli mai entrati in funzione per il mancato collegamento alla rete elettrica. Chiesto anche, entro 15 giorni, un sopralluogo congiunto con tecnici e commissario per l’emergenza idrica al dissalatore per conoscere lo stato dell’arte dell’impianto. Va ricordato che il dissalatore con due soli moduli produce, quando va bene, 6 mila mc d’acqua al giorno. Con tre dovrebbe arrivare a 10.000 e affrancare l’isola di Lipari, e in futuro Vulcano, dalle integrazioni con nave cisterna. Contrariamente a quanto si è sostenuto in passato, però, sarà alimentato solo per il 20 % del fabbisogno da energia fotovoltaica e il comune l’acqua continuerà a pagarla allo stesso prezzo di oggi di 0,60 € più iva. A Lipari, insomma, l’utente del servizio idrico si chiede quale sarà, se ci sarà, convenienza dall’impiego dell’ impianto di Canneto Dentro.

a cura di Peppe Paino

Data notizia: 24/07/2013

Condividi questo articolo

 


Potrebbero interessarti...



Vetrina immobiliare

Vendesi rudere panoramico Quattropani Lipari
Immobile vista mare Canneto Immobile vista mare Canneto
530.000
Rudere sul mare Rudere sul mare
75.000
Appartamento vista mare Acquacalda Lipari Appartamento vista mare Acquacalda Lipari
250.000
Vendesi attico Lipari Vendesi attico Lipari
280.000

Notizie e interviste dalla Capitale

dalla nostra Daniela Bruzzone

Le ricette

Sfìnci di Zucca by Ivana Merlino in Taranto

Dalle nostre ricette ingredienti per 4 persone... scoprile!

Eolie Islands

Instagram #liparibiz