Eolie, terre di cinema.

Eolie, terre di cinema.

L’opportunità di trascorrere del tempo alle isole Eolie significa, per me come per molti, la realizzazione di un sogno: quello di trovarsi vis à vis con gli scenari naturalistico-paesaggistici di capolavori che hanno scolpito un segno indelebile nella memoria storica della produzione cinematografica. Flora, fauna, area archeologica e vulcanica sottomarina e non, hanno incantato e ispirato, raccontato e fatto sognare.
Il voyeurismo dedicato alla scoperta dell’universo delle Eolie nasce già nel secolo scorso, con uno dei cortometraggi realizzati in quel periodo: parliamo di Cacciatori subacquei del 1946, lavoro-esordio della Panaria film. Pubblico e critica restarono ammaliati dal lavoro di Francesco Alliata, “il principe” affascinato dai racconti de “il sergente di Salina” che lo intratteneva per ore ed ore, mentre osannava la bellezza delle isole che invece a lui restavano sconosciute poiché l’accesso era proibitoi.Così Alliata continuò sua missione e, negli anni a venire, promosse la scoperta ex novo di questo affascinante arcipelago. Alla ricerca del lato più intimo delle isole, fece infatti delle riprese subacquee usando una Arriflex 35mm protetta da una sorta di piccolo scafandro.

La potenza evocatrice di queste isole ha, in seguito, attirato la curiosità di cineasti italiani, e non, influenzando il cinema neorealista e simbolista della modernità. Capostipite di questa ‘tendenza’ è Luchino Visconti, che con La Terra Trema, nel ‘48, inaugura la vocazione all’osservazione del misterioso fascino delle Eolie.
E non dobbiamo (e non possiamo!) dimenticare capolavori come Stromboli di Rossellini e Vulcano di Dieterle, L'avventura di Antonioni, Kaos dei Taviani via dicendo, di cui tanto si è detto - e si continuerà a dire – da parte di critici e appassionati.
Ma è anche grazie al lavoro di esponenti contemporanei, che le Eolie acquistano valore e bellezza; il cinema ci permette ancora di ‘viaggiare’ pur rimanendo seduti. Giovanna Taviani, con il suo recente Fughe e Approdi, ci regala un ritratto esaustivo di queste meravigliose Isole; confondendo realtà, fiction e genere documentario, mescola storia, cultura, società, arte, bellezza, semplicità, mistero.
È così; mito, leggenda e storia abitano le Eolie.
Esse sono dunque, e senza dubbio, meta d’obbligo nel carnet di viaggi di un esploratore che si rispetti.

Di Marina Zabatino



Data notizia: 30/01/2014

Tags

eolie - cinema - cinematografia - film - cortometraggi -



Condividi questo articolo

 


Potrebbero interessarti...



Vetrina immobiliare

Vendesi villa Cappero Lipari
Casa semindipendente Santa Margherita Lipari Casa semindipendente Santa Margherita Lipari
310.000
Rudere sul mare con progetto Rudere sul mare con progetto
300.000
Vendesi casetta eoliana Santa Margherita Lipari Vendesi casetta eoliana Santa Margherita Lipari
85.000
Vendesi primo piano Portinente Lipari Vendesi primo piano Portinente Lipari
280.000

Notizie e interviste dalla Capitale

dalla nostra Daniela Bruzzone

Le ricette

Dùrci i casa by Tiziana Basile

Dalle nostre ricette ingredienti per 4 persone... scoprile!

Eolie Islands

Instagram #liparibiz