Da Guercino a Caravaggio

Da Guercino a Caravaggio

Palazzo Barberini ospita la straordinaria mostra che Sir Denis Mahon aveva desiderato per il suo centesimo compleanno.
Il collezionista e storico d’arte britannico ha dedicato la vita al Barocco italiano, le sue scoperte e i suoi studi sulla bellezza della pittura bolognese alle soglie del Seicento, hanno fatto scoprire artisti come Guercino, fino ad allora pittore non riconosciuto nella sua grandezza.
Il percorso espositivo ci mostra oltre quarantacinque capolavori: alcuni appartenuti alla sua collezione, insieme alle opere di Poussin, Guercino, Carracci e Caravaggio provenienti dall’Hermitage Museum di San Pietroburgo.
L’intento quindi, oltre ad un doveroso omaggio ad un grande mecenate europeo amante dell’Italia e della sua arte, è quello di mettere a confronto opere di assoluto valore affinché queste non siano solo il risultato definitivo di conoscenze acquisite, ma possano ancora portare a momenti di studio, emozioni e dibattiti.
La grande generosità di Sir Denis Mahon si riconferma con il testamento che ha destinato alcune opere alla Pinacoteca Nazionale di Bologna.
Questa mostra tiene conto dell’intero percorso di studi del mecenate e comprende sia grandi capolavori dell’arte italiana (Guercino, Caravaggio, Guido Reni, Annibale Carracci), sia le due grandi battaglie, capolavori di Nicolas Poussin, dipinti fino ad oggi mai visti insieme.
In esposizione si può ammirare anche una delle opere del Guercino più amata da Mahon La Madonna del passero, il più grande esempio di teatro della realtà tipico dell’artista di Cento. Il quadro raffigura Maria che fa giocare Gesù con un passerotto tenuto al guinzaglio da un sottilissimo filo di seta; e poi Il suonatore di Liuto di Caravaggio dell’Hermitage, unica opera di Caravaggio presente in Russia, concesso in prestito a questa mostra nonostante ricorrano i duecentocinquanta anni del museo. E ancora Bacchino malato, il San Francesco in meditazione e Giuditta e Oloferne.
Nel 2013 una mostra simile a San Pietroburgo ha sfiorato il milione di visitatori.
L’esposizione è arricchita dalla possibilità di utilizzare i famosi Google Glass, che offrono al visitatore un racconto diverso all’arte barocca: osservando alcune opere esposte, si visualizza sullo schermo dei Glass un racconto di approfondimento e di confronto della mostra, viaggiando tra la realtà e il virtuale. Fino all’8 febbraio a Palazzo Barberini questo omaggio ad un uomo animato da un’incontenibile vitalità a sostegno dei musei fino agli ultimi anni della sua vita ultracentenaria.

di Daniela Bruzzone
 



Data notizia: 27/10/2014

Tags

Guercino - Caravaggio - Palazzo Barberini - mostre a Roma -



Condividi questo articolo

 


Potrebbero interessarti...



Vetrina immobiliare

Casa semindipendente Santa Margherita Lipari
Appartamenti sul mare Acquacalda Appartamenti sul mare Acquacalda
50.000
Casa eoliana San Leonardo Lipari Casa eoliana San Leonardo Lipari
170.000
Vendesi secondo piano Canneto Lipari Vendesi secondo piano Canneto Lipari
430.000
Casa semindipendente Santa Margherita Lipari Casa semindipendente Santa Margherita Lipari
310.000

Notizie e interviste dalla Capitale

dalla nostra Daniela Bruzzone

Le ricette

Carciofi ripieni

Dalle nostre ricette ingredienti per 4 persone... scoprile!

Eolie Islands

Instagram #liparibiz