Sicilia: un patrimonio inestimabile da salvaguardare

Sicilia: un patrimonio inestimabile da salvaguardare

 

«L’Italia senza la Sicilia, non lascia nello spirito immagine alcuna. È in Sicilia che si trova la chiave di tutto» [...] La purezza dei contorni, la morbidezza di ogni cosa, la cedevole scambievolezza delle tinte, l’unità armonica del cielo col mare e del mare con la terra… chi li ha visti una sola volta, li possederà per tutta la vita».
Così scriveva nel 1817 J. W. Goethe ne “Viaggio in Italia”, dopo essere rimasto abbagliato dalle bellezze e dalla ricchezza culturale della Sicilia, che oggi vanta ben sette siti Unesco. La Valle dei Templi di Agrigento (dal 1997), la Villa Romana del Casale di Piazza Armerina (sempre dal 1997), le isole Eolie (dal 2000), le città barocche della Val di Noto (dal 2002), Siracusa e la Necropoli di Pantalica (dal 2005), l’Etna (dal 2013) e dal 2014 la vite ad alberello di Pantelleria, più famosa come Zibibbo, costituiscono dei tesori preziosi riconosciuti Patrimonio dell’Umanità dall’organizzazione fondata nel 1945 dalle Nazioni Unite. Nel caso dello zibibbo siamo addirittura davanti a un primato: non ci sono, infatti, altri Paesi che siano mai riusciti a iscrivere nella celebre lista del patrimonio culturale una pratica agricola. Sono dei beni unici al mondo, da curare e valorizzare, da salvaguardare e proteggere. Numerosi gli eventi culturali durante l’anno, come ricorda l’assessore al Turismo Cleo Li Calzi: “Le rappresentazioni classiche al Teatro greco di Siracusa, le stagioni liriche al Teatro Massimo di Palermo e al Bellini di Catania, il Festival di Taormina, la Sagra del mandorlo in fiore ad Agrigento, il cous-cous festival di San Vito Lo Capo”. Sono appuntamenti unici, che fanno del passato e della propria storia una ricchezza inestimabile e un insegnamento per i giovani di oggi. L’assessore Li Calzi sottolinea che “si punterà sul turismo di affinità: ogni persona, infatti, potrà individuare il proprio itinerario in base alle proprie passioni”. Possiamo proprio definire la Sicilia un’isola-museo, che in ogni sua parte nasconde un prezioso mondo, tutto da scoprire e amare.

di Alessandra Leone

 



Data notizia: 17/02/2015

Tags

Sicilia - Goethe - patrimonio - inestimabile - turismo -



Condividi questo articolo

 


Potrebbero interessarti...



Vetrina immobiliare

Vendesi casa da ristrutturare Acquacalda Lipari
Vendesi villa Annunziata Lipari Vendesi villa Annunziata Lipari
600.000
Vendesi villa Cappero Lipari Vendesi villa Cappero Lipari
790.000
Vendesi casa Pianoconte Lipari Vendesi casa Pianoconte Lipari
250.000
Vendesi fabbricato Acquacalda Lipari Vendesi fabbricato Acquacalda Lipari
250.000

Notizie e interviste dalla Capitale

dalla nostra Daniela Bruzzone

Le ricette

Spaghetti alle vongole

Dalle nostre ricette ingredienti per 4 persone... scoprile!

Eolie Islands

Instagram #liparibiz