Ecco perchè sono cambiati gli itinerari-orari

Ecco perchè sono cambiati gli itinerari-orari Lipari- Perché Siremar – Compagnia delle Isole ha ritoccato, senza alcuna concertazione, e di corsa, gli itinerari-orari da Milazzo e viceversa ? E perché, soprattutto, fino al 31 dicembre ? Semplicemente- si apprende da fonti societarie- per equilibrare, e al più presto, i carichi di lavoro in considerazione delle unità navali in attività. Con i tre aliscafi e con le navi attualmente a disposizione nell’arcipelago, in sostanza, comandanti e marittimi devono essere sottoposti a turni di lavoro adeguati. Già in estate alcune sigle sindacali avevano contestato e denunciato la situazione di stress da lavoro ma sembra che la questione sia andata avanti anche con delle denunce, probabilmente non solo sindacali, alla magistratura. A tal punto che la Capitaneria di porto di Milazzo avrebbe intimato la società a predisporre in breve tempo tutti gli accorgimenti necessari. I carichi, quindi, devono rispettare le norme vigenti. Ma com’è che quando era solo Siremar- ci fanno osservare- si viaggiava con tre, se non due aliscafi al giorno in tutte le isole e dei carichi non si lamentava nessuno ? In effetti era una situazione tollerata. Dallo scorso primo agosto, da quanto cioè è passata nelle mani dei privati evidentemente non si perdona più nulla. E l’annuncio del presidente Salvatore Lauro di voler annullare i contratti in essere sicuramente non ha giovato. Anche perché i sindacati rivendicano il rispetto per due anni dei livelli occupazionali e contrattuali. Ma non solo. La Federmar – Cisal dopo l’incontro dello scorso 25 ottobre con il presidente Salvatore Lauro ha criticato – da quanto si legge in una nota- quanto affermato dal presidente di Compagnia delle Isole sui comandanti. Per Lauro non dovrebbero essere organizzati dalle organizzazioni sindacali ma dovrebbero essere uomini di fiducia dell’armatore. “ Arroganza padronale”, per Alessandro Pico della segreteria nazionale che chiede di conoscere il piano industriale. “ Il loro livore- ha affermato- scaturisce dalla frustrazione che subiscono per la presenza del sindacato che per loro non è altro che una indebita ingerenza nei loro “affari” ed anche perché la percezione di un sindacato moderno e preparato inibisce e mette in forse le loro certezze”. Ci sono quindi non pochi problemi da risolvere e c’è bisogno di chiarezza. Nei prossimi giorni si muoverà in questa direzione anche il presidente dell’Ancim Sicilia, Massimo Lo Schiavo che farà sue le richieste inoltrate in tal senso alla Regione dei preoccupatissimi albergatori eoliani.

a cura di Peppe Paino

Data notizia: 01/11/2012

Condividi questo articolo

 


Potrebbero interessarti...



Vetrina immobiliare

Vendesi casa Pirrera Lipari
Casa semindipendente Santa Margherita Lipari Casa semindipendente Santa Margherita Lipari
310.000
Casa Porto delle Genti Lipari Casa Porto delle Genti Lipari
250.000
Vendesi casa Pianoconte Lipari Vendesi casa Pianoconte Lipari
250.000
Vendesi fabbricato San Calogero Lipari Vendesi fabbricato San Calogero Lipari
135.000

Notizie e interviste dalla Capitale

dalla nostra Daniela Bruzzone

Le ricette

Bavette al pesce spada

Dalle nostre ricette ingredienti per 4 persone... scoprile!

Eolie Islands

Instagram #liparibiz