Il bambino e la crescita

Il bambino e la crescita Pill(e)oline di Medicina di Giuseppe Sippelli Medico Pediatra alle Isole Eolie "Dottore mio figlio non cresce: è sempre piccolo. Facciamo degli esami? Va indietro, lo porto fuori, non so più che fare, sono disperata". Ogni mamma ha rivolto decine di volte queste domande al proprio pediatra durante i primi anni di vita del proprio bimbo. La crescita è un parametro molto importante della vita del bambino ed è giusto preoccuparsene ma solo quando ci sono motivi fondati; nella stragrande maggioranza dei casi l'allarme è ingiustificato. La crescita è condizionata dal patrimonio genetico, dal clima, dalla localizzazione geografica, dall'ambiente in cui il bambino cresce e si sviluppa, dall'alimentazione, dai suoi rapporti sociali, dall'affetto familiare e logicamente da eventuali malattie. La crescita è un'evoluzione costante del peso e della lunghezza del corpo che segue ritmi ben definiti e coinvolge tutto l'organismo del bambino, gli organi ed apparati, la psiche, le ossa, la muscolatura, lo sviluppo neuropsicomotorio, lo stato nutrizionale, la sfera relazionale e sociale, il rapporto complesso con l'ambiente che lo circonda. Qualsiasi alterazione di questo equilibrio comporta rallentatamento o arresto della crescita. La prima tappa dello sviluppo di una nuova vita è il concepimento nell'utero materno. Durante i nove mesi di gestazione il feto viene nutrito esclusivamente dal sangue materno che irrora la placenta. Alla nascita del bambino con la brusca interruzione del cordone ombelicale il "neonato" è un individuo vero e proprio che cresce e si sviluppa autonomamente. Il patrimonio genetico ereditato dai genitori è un fattore determinante della crescita del bambino: imprime l'impronta che la sua crescita avrà e non è modificabile. I fattori ambientali agiscono sui geni influenzando la crescita. La crescita del bambino è un equilibrio che viene monitorato da noi pediatri attraverso "tabelle percentili" redatte su base statistica. Nel neonato e nei primi anni di vita il costante controllo del peso e della lunghezza è fondamentale e fattori gravi che possono rallentere o arrestare la crescita sono vari: intolleranza al latte, malattie metaboliche, malattie infettive trasmesse dalla madre (aids o citomegalovirus o epatite B), sindrome di Down, malattie congenite, carenza di ormone della crescita, stenósi del piloro, cardiopatie, fibrosi cistica. Fattori più frequenti, transitori reversibili e meno gravi sono: gastroenteriti tossiche con disidratazione, infezioni respiratorie, anemie del lattante, dentizione, ipocalcemia, otiti, reazioni post-vaccinali, infezioni alle vie urinarie. Il monitoraggio continuo e periodico della crescita del bambino da parte del pediatra che lo ha "SEMPRE" seguito consente un'immediata valutazione di qualsiasi alterazione della normale crescita. Egli riesce a "VEDERE" e percepire lo sviluppo del bambino e dirvi se è normale rallentato o fermo. Anche nel bambino sano senza alcun problema la crescita puó subire rallentamenti transitori avere alti e bassi. Il ciclo biologico del nostro organismo è molto complesso; il bambino che cresce e si sviluppa per diventare adulto è una macchina meravigliosa in evoluzione continua fisica e psichica e più si evolve più è complessa. Le profonde modificazioni che accompagnano la fine dell'infanzia, l'inizio della pubertà e poi il cammino verso l'età adulta vera e propria fanno parte del meraviglioso cammino della vita umana che inizia con l'unione di due cellule e termina dopo circa venti anni con un individuo maturo. Per una sana completa e serena crescita dei propri bambini dico ai genitori di fare sempre controllare la crescita al pediatra che lo segue, usare qualche merendina, videogioco, baby-sitter o cellulare in meno e passare molto tempo in più con loro nell'affetto, nell' unità familiare, all'aria aperta. La migliore vitamina della crescita è l'amore.

a cura di Peppe Paino

Data notizia: 07/04/2013

Condividi questo articolo

 


Potrebbero interessarti...



Vetrina immobiliare

Appartamento vista mare Acquacalda Lipari
Vendesi casa Pirrera Lipari Vendesi casa Pirrera Lipari
130.000
Casa eoliana San Leonardo Lipari Casa eoliana San Leonardo Lipari
170.000
Casa Il Baglio Lipari Casa Il Baglio Lipari
450.000
Vendesi secondo piano Canneto Lipari Vendesi secondo piano Canneto Lipari
430.000

Notizie e interviste dalla Capitale

dalla nostra Daniela Bruzzone

Le ricette

Carciofi ripieni

Dalle nostre ricette ingredienti per 4 persone... scoprile!

Eolie Islands

Instagram #liparibiz