Sbarchi " contingentati" anche a Vulcano

Lipari- C'è una novità nell'ordinanza in vigore da oggi e con la quale anche quest'anno il sindaco di Lipari, Mariano Bruno, tenta di vietare o meglio di limitare ( sarebbe già un successo) lo sbarco selvaggio di 5-6 mila presenze giornaliere nelle isole più a rischio delle Eolie. Sbarchi " contingentati" dai barconi provenienti dalle coste tirreniche calabre e sicule di 500 passeggeri per volta oltre che a Stromboli e Panarea anche a Vulcano. Gli operatori turistici dell'omonima isola che ha ben tre assessori in giunta hanno chiesto all'amministrazione di estendere il provvedimento per difendersi da quelle che molti definiscono " le invasioni barbariche". Perchè fino a prova contraria, in appena mezza giornata, sporcano e non consumano, avendo la stragrande maggioranza la colazione a sacco, al seguito. Ben che vada comprano una bottiglia d'acqua. Anche a Vulcano, quindi, barconi o yacht da mini gite turistiche in fila nella rada del porto, con attracchi a turno da comunicare alla Guardia costiera. Per i trasgressori sanzioni amministrative da 500 euro con tanto di informativa alla Procura della Repubblica di Barcellona. Per fare le "guerre", però, occorrono i soldati. L'auspicio, anche quello dell'Unesco che chiede il turismo sostenibile, pertanto, è quello che le forze dell'ordine riescano a contenere per quanto possibile il fenomeno. Non è facile. " Ormai- dice il Sindaco Bruno- è una lotta continua tra gli armatori e noi. Sono stato costretto a coinvolgere anche Vulcano per le giuste rimostranze di chi fa turismo. Quello dei barconi non è il tipo di turismo per le nostre isole. Le forze dell'ordine hanno garantito il massimo impegno per debellare questa gravissima forma di attentato che crea svantaggi per l'arcipelago eoliano". Il sindaco, dopo gli ultimi articoli a livello nazionale, si sofferma su Panarea definita l'isola della " munnizza". "Resta un isola meravigliosa- dice il primo cittadino- ma viene frequentata oltre i limiti. Basta girare però per le vie dell'isola per rendersi conto di quanto sia linda e pulita. Il problema semmai- spiega Bruno è un altro. Nasce dalla ricerca di soluzioni diverse per il trasferimento giornaliero dei rifiuti attraverso la creazione di una stazione di trasferimento in loco. La ricerca del luogo dove far stazionare la spazzatura anche per poco tempo ha scatenato tra gli abitanti una lotta senza quartire ma ora occorre decidere".

a cura di Peppe Paino

Data notizia: 7/10/2007

Condividi questo articolo

 


Potrebbero interessarti...



Vetrina immobiliare

Rudere Tivoli Quattropani Lipari
Casa Indipendente nella pineta Lipari Casa Indipendente nella pineta Lipari
390.000
Casa mare x BB Lipari Casa mare x BB Lipari
260.000
Casa Chiesa Vecchia Quattropani Casa Chiesa Vecchia Quattropani
295.000
Casa tipica e rudere con terreno Casa tipica e rudere con terreno
199.000

Notizie e interviste dalla Capitale

dalla nostra Daniela Bruzzone

Le ricette

Totani ripieni

Dalle nostre ricette ingredienti per 4 persone... scoprile!

Eolie Islands

Instagram #vulcanoconsult