Siciliani offesi e indignati: tagli al trasporto su rotaie, resta solo una nave FS

Siciliani offesi e indignati: tagli al trasporto su rotaie, resta solo una nave FS


Nei prossimi anni, sarà sempre più difficile raggiungere la terra ferma o viceversa la Sicilia e le isole minori. La società RFI ha annunciato la soppressione di ben sei intercity dal collegamento Siracusa e Palermo verso Roma e Milano, rimanendo in attività solo due treni notte. La riduzione dei treni coincide con la decisione da parte di FS di eliminare anche le navi a quattro binari.
I viaggiatori saranno sempre più costretti a organizzarsi con mezzi propri o pullman e affrontare il traghettamento per Villa S. Giovanni mediante la Metromare. Si cancella in questo modo la continuità territoriale dell’Italia e migliaia di posti di lavoro. Già adesso la situazione del trasporto ferroviario era abbastanza precaria, infatti, dai quattordici treni di una volta si era passati ai soli cinque di oggi, con una riduzione del 60% del lavoro.
A tal proposito, il portavoce alla Camera del Movimento 5 Stelle, Francesco D’Uva, ha presentato un’interrogazione indirizzata al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. D’Uva non si spiega perché RFI nel 2013 abbia investito per l’acquisto di due navi moderne, con l’obiettivo di ammodernare e ottimizzare il servizio se poi si decide di ridurlo, ha dichiarato: “Noi vogliamo che in Sicilia vengano effettuati gli investimenti strutturali nel sistema di trasporti che le ultime leggi di bilancio hanno riservato ai cittadini del centro/nord Italia, arrivando addirittura alla costruzione ex novo di nuove tratte ferroviarie. Forse qualcuno dimentica o fa finita di dimenticare, che le navi traghetto non sono altro che il prolungamento dei binari a terra”. Altrettanto dure sono state le parole del segretario regionale dell’Orsa, Mariano Massaro che ha dichiarato: “Si tratta di una meschina operazione al risparmio che offende la dignità dei siciliani e dei lavoratori. Il fronte sindacale è già in fase di mobilitazione per porre in essere manifestazioni eclatanti senza precedenti ma ciò non basta. La politica territoriale e nazionale la smetta di addolcire la pillola con i falsi proclami, chi rappresenta Messina e la Sicilia nelle sedi istituzionali abbia il coraggio di denunciare l’ennesimo scippo e alzi la voce nelle sedi opportune per pretendere pari dignità. Se non si è capaci di difendere il territorio se ne prenda atto valutando l’opzione di dignitose dimissioni”.

di Melissa Prota
 



Data notizia: 04/02/2015

Altre foto di questa notizia

foto foto foto

Tags

Stretto di Messina - trasporto - rotaie - FS - Sicilia -



Condividi questo articolo

 


Potrebbero interessarti...



Vetrina immobiliare

Casa Monte Rosa Lipari
Casetta su due livelli Casetta su due livelli
200.000
Casa eoliana San Leonardo Lipari Casa eoliana San Leonardo Lipari
170.000
Villa sul mare Capistello Lipari Villa sul mare Capistello Lipari
630.000
Vendesi casetta eoliana Santa Margherita Lipari Vendesi casetta eoliana Santa Margherita Lipari
85.000

Notizie e interviste dalla Capitale

dalla nostra Daniela Bruzzone

Le ricette

Agghiotta di pesce spada

Dalle nostre ricette ingredienti per 4 persone... scoprile!

Eolie Islands

Instagram #liparibiz