La chimica dell'estate eoliana

La chimica dell'estate eoliana

 

Qui alle Eolie la materia dell'estate è fatta di atomi salati, che sanno di sole e di mare. È fatta di profumo di pesce fresco e capperi, pomodori secchi e malvasia. È fatta di raggi solari e luci di stelle alle due della notte. È fatta di sorrisi complici sott'acqua e di carezze improvvise sotto l'ombrellone. È stendere il telo sulla spiaggia e accorgersi che è già pieno di gocce e sassolini. È alzarsi con la voglia di partire, baciare e guardare il tramonto da Chiesa Vecchia, osservando il sole planare fino a fondersi col mare. È andare a dormire ridendo alle tre del mattino e pensare che la giornata in fondo non è ancora finita. È correre sulla spiaggia all'imbrunire e credere che i chilometri percorsi sono ancora pochi e che la strada che porti a Settembre sia ancora lunga. È questa qui l'estate. È il mare che sbatte contro i faraglioni di Lipari e la brezza che fa sollevare la sabbia. Sono le nostre impronte sulla riva, il sussurro dei passi e l'essenza dei limoni al chiosco. Sono le palme illuminate a Marina Lunga e le coppie che si stringono la mano guardando la luna. È il rumore di secchiello e paletta, di schizzi d'acqua sulle sdraio, di pietre sfregate e odore di fanghi bollenti. È voglia di ballare fino all'alba, immaginarsi nel cuore della propria vita a Marina Corta guardando il sole e pensare di vivere secondo l'attimo. È la schiuma bianca che continua a infrangersi sulla riva e la barca che galleggia. Sono i braccialetti di stoffa, il cocco fresco e la musica quando giochi a beach volley sulle spiagge nere di Vulcano. È non avere mai le paturnie, seguire l'ombra del gabbiano e rientrare in barca guardando il mare, e intuire che non esiste luogo più magico delle isole Eolie. L'estate qui è vivere di rosso, col costume rosso e i baci rossi. Sono i costumi che gocciolano e i baci che non respirano, aumentano il battito e fanno perdere l'ossigeno. L'aria manca, il sole scalda e il mare ti bagna ancora. E anche quando l'estate sarà finita e le foto, le conchiglie e gli scontrini dei gelati saranno la nostalgia, quei profumi ci saranno ancora, di abbracci felici e camice sudate, di carezze segrete e desideri nascosti, di sogni che sanno di mare e amori che sanno di sale, di labbra curvate, cuori fiondati e abbracci sublimi, piedi incalliti da passeggiate sulle pietre e mari in tempesta. Eppure quelle note risuoneranno ancora, riportandoti indietro a quell'estate che non finisce mai, quando a Filicudi mangiavi il gelato e a Stromboli guardavi il cratere, quel bel tempo del quale ne sentirai ancora il solletico sulla pelle, i brividi sulla schiena, le carezze sui fianchi e le mani calde sulle spalle. Avvertirai il suono nelle orecchie, il suo sapore sulle labbra e ancora una volta, fin quando le stelle si specchieranno sul mare e i pesci continueranno a nuotare, l'estate alle Eolie continuerà a brillare.


Di Martina Leone



Data notizia: 27/07/2015

Tags

estate - Isole Eolie - mare - vacanza - riflessioni -



Condividi questo articolo

 


Potrebbero interessarti...



Vetrina immobiliare

Immobile vista mare
Vendesi villa annunziata Lipari Vendesi villa annunziata Lipari
600.000
Casa Il Baglio Lipari Casa Il Baglio Lipari
450.000
Vendesi fabbricato San Calogero Lipari Vendesi fabbricato San Calogero Lipari
155.000
Casa tipica eoliana Montegallina Lipari Casa tipica eoliana Montegallina Lipari
290.000

Notizie e interviste dalla Capitale

dalla nostra Daniela Bruzzone

Le ricette

Tozzètti by Giovanna V. Catalàno

Dalle nostre ricette ingredienti per 4 persone... scoprile!

Eolie Islands

Instagram #liparibiz